USA – I Lasalliani partecipano al Programma Ambasciatore per le Vocazioni

USA – I Lasalliani partecipano al Programma  Ambasciatore per le Vocazioni

“Ogni persona ha qualcosa di sacro da condividere”, ha detto Fr.  Paul Bednarczyk, CSC, direttore esecutivo della National Religious Vocation Conference (NRVC) durante l’apertura del workshop Share the Sacred per ambasciatori di vocazione.

13450233_1055049264586187_5107130347672550261_n

Quello dei Fratelli delle Scuole Cristiane è stato uno dei 14 istituti religiosi scelti per partecipare al programma inaugurale promosso dal NRVC e finanziato con un contributo della Fondazione Conrad N. Hilton.

“Il Programma NRVC ambasciatori per le vocazioni ha offerto una meravigliosa opportunità di imparare da altre congregazioni religiose circa i loro sforzi”, ha detto il fratello Chris Patiño, FSC, direttore di vocazione per il Distretto di San Francisco, New Orleans. “Vedere quanti religiosi e laici siano stati attivamente impegnati nella pastorale vocazionale, testimonia il movimento costante dello Spirito nel nostro mondo.”

Il workshop ha riunito squadre di tre persone: un direttore vocazionale, un giovane adulto e un comunicatore. Per i Fratelli delle Scuole Cristiane, il fratello Chris era presente come direttore vocazionale; Kenenna Amuzie, il nuovo direttore dei Giovani Lasalliani del Distretto di San Francisco, New Orleans, ha prestato servizio come giovane adulto; e Chris Swain, coordinatore regionale per la Pastorale Vocazionale Lasalliana, ha partecipato come comunicatore.

L’obiettivo del workshop è stato quello di migliorare e migliorare gli sforzi per promuovere la vita religiosa come una valida opzione nella Chiesa cattolica, così come il carisma, la missione e la spiritualità degli istituti religiosi.

“C’è stato un forte senso di fede e di speranza che la vita religiosa continui ad essere una valida opzione per i giovani di oggi”, ha detto Fr. Chris, “è stato ricordato che la pastorale vocazionale è sempre una collaborazione e che una vera cultura della vocazione impegna tutti i membri della Chiesa.”

Le squadre hanno messo insieme  progetti per rafforzare le comunicazioni per le vocazioni da completare nei prossimi nove mesi, come parte del programma e rapporto.

“E ‘stata una meravigliosa opportunità per individuare insieme i nostri punti di forza e per trovare opportunità di crescita continua”, ha detto Amuzie. “Mettersi insieme come gruppo inaugurale del Programma ambasciatori per la vocazione mi ha dato anche una meravigliosa opportunità non solo per riflettere su come posso essere più attivo nel promuovere una cultura di vocazione, ma anche su come posso andare avanti con le risorse e le connessioni che mi saranno utili come ambasciatore di vocazioni”.

Oltre alla progettazione, il programma ha condiviso le migliori pratiche nella pastorale vocazionale e nei social media, offrendo risorse ai partecipanti per poter dar forma ai loro progetti.  La struttura del programma ha dato anche l’opportunità di un dialogo sulle sfide e le benedizioni della pastorale vocazionale e della comunicazione, offrendo ai giovani partecipanti adulti l’opportunità di condividere le prospettive su ciò che gli ordini religiosi possono fare per meglio raggiungere ed entrare in contatto con i giovani.

“Ero emozionato per come siamo stati in grado di stare insieme, non solo per i diversi ordini religiosi, ma anche per la varietà di gruppi di età mista”, ha detto Amuzie. “I partecipanti hanno avuto il desiderio di aiutare gli altri a trovare la propria vocazione, mentre continuavano a discernere e a rispondere a come Dio li chiama nella loro vita.”

 

www.lasallian.info
Fotos: Courtesy National Religious Vocation Conference

 

13419087_1055742261183554_225946752093620395_n

This post is also available in: es en fr

Share This Post