CIAMEL

CIAMEL

Consiglio Internazionale dell’Associazione e della Missione Educativa Lasalliana

 

Definizione e obiettivo

solidarieta_ciamel_bluIl Consiglio Internazionale dell’Associazione e della Missione Educativa Lasalliana (CIAMEL), così come è definito dai propri statuti, è un organismo deliberativo e collaborativo formato da Fratelli e Collaboratori rappresentante l’Istituto a livello mondiale. Esso è eretto per animare e dirigere tutti gli attuali e futuri programmi educativi che incarnano la missione lasalliana. Il lavoro del CIAMEL riflette l’interesse per assicurare un futuro di speranza a ogni studente affidato alle nostre cure, particolarmente quelli poveri e più vulnerabili.

 

Obiettivi strategici

  1. Applicare le linee d’azione prioritarie proposte dall’Assemblea Internazionale per la Missione Educativa Lasalliana (AIMEL 2013) e valutare il loro impatto in particolare sul servizio per i poveri e per i più vulnerabili.
  2. Attuare le decisioni del 45° Capitolo Generale concernenti il mandato del CIAMEL.
  3. Sviluppare una visione profetica della rete lasalliana sulla base di studi a livello mondiale delle realtà attuali e delle possibilità future.

 

Scopi operativi

  1. Identificare le strutture Provinciali e Regionali della Missione Educativa Lasalliana già esistenti e promuoverne l’avvio là dove non esistono.
  2. Aiutare e rinforzare la buona amministrazione nelle opere esistenti per assicurare la loro sussistenza.
  3. Aiutare e incoraggiare i progetti educativi a livello internazionale a favore dei più vulnerabili.
  4. Mettersi in rete con le università lasalliane e i centri di studi superiori per rinforzare i legami, mettere in comune le risorse e incoraggiare la ricerca a favore della missione lasalliana.
  5. Promuovere la formazione integrale di tutti i Lasalliani per favorire una più profonda comprensione e una più ampia attuazione della missione lasalliana.
  6. Rinforzare la rete lasalliana delle opere secondo criteri di solidarietà e di interdipendenza.
  7. Riunire i Lasalliani dei diversi settori dell’Istituto per creare commissioni ad hoc per specifici progetti.
  8. Collaborare con i Segretariati della Casa Generalizia in tutto quello che è in relazione con il lavoro della missione.
  9. Redigere una guida di valutazione istituzionale, basata su criteri sviluppati dal Segretariato per l’Associazione e la Missione, per valutare e rinforzare l’impegno dei membri nelle opere della rete educativa lasalliana.

 

I membri

Il ruolo strategico affidato a questa nuova struttura richiede 22 un’accurata selezione dei suoi membri che idealmente si compone per un terzo di Fratelli e due terzi di Collaboratori. Questa selezione seguirà un processo guidato e fondato su specifici criteri il cui scopo è di selezionare dei Lasalliani di tutto l’Istituto che siano capaci di espletare il mandato del Consiglio. Gli statuti approvati offrono questi criteri a tutti coloro che sono incaricati del processo di selezione dei candidati, cioè i Fratelli Visitatori e i Fratelli Consiglieri Generali delle Regioni. Il Fratello Superiore Generale e il suo Consiglio procederanno alle nomine definitive avendo cura di assicurare l’equilibrio e la diversità dei membri del Consiglio.

Alisa Macksey, RELAN – President CIAMEL

Rose Dala Nanema, Afrique de l´Ouest
Colette Allix, France
Antoine Béland, ICYL
Merv McComrack, PARC
Br. William Mann, IALU
H. Jesús Félix Martínez, fsc RELEM
Br. Ferdinand Biziyaremiye, FSC RELAF
H. Carlos M. Castañeda Casas, fsc RELAL

 

Le procedure del Consiglio

Questa nuova struttura mira a fornire un processo dinamico ed efficiente. Per questa ragione: ç

  • La prima riunione del Consiglio comprenderà una direttiva sull’interazione del Consiglio con altre strutture internazionali. I nuovi membri riceveranno queste direttive quando si uniranno al Consiglio.
  • Il primo anno i Consiglieri saranno presenti di persona due volte.
  • Dopo il primo anno, tenuto conto delle implicazioni finanziarie, il Consiglio, dopo aver consultato il Fratello Superiore Generale e il suo Consiglio, deciderà se incontrarsi una o due volte l’anno.
  • Se necessario, il Presidente, consultato il Fratello Consigliere Generale che accompagna Associazione e Missione, può convocare riunioni in videoconferenza.
  • Il Consiglio si impegna in un processo di discernimento e in una riflessione orante che rispetti i punti di 23 vista di tutti per raggiungere il consenso.
  • A discrezione del Fratello Superiore Generale e del suo Consiglio può essere programmata una riunione annuale congiunta per assicurare l’allineamento delle priorità.
  • Il Consiglio può convocare esperti tecnici per essere consigliato e informato su temi particolari.
  • Il Consiglio, nel suo esercizio, stabilirà équipes ad hoc per progetti speciali.
  • Il Consiglio deciderà il modo in cui il lavoro riguardante un progetto e i suoi risultati verranno diffusi attraverso la rete educativa lasalliana.
  • Durante lo svolgimento di determinati progetti, il Consiglio può richiedere una collaborazione più stretta o il sostegno dei Segretariati o dei Servizi specifici.
  • Il calendario annuale prevede che il Consiglio incontri i Segretariati e i Servizi della Casa Generalizia per condividere con loro le informazioni rilevanti.
  • Le decisioni prese dal CIAMEL saranno sottoposte all’approvazione del Fratello Superiore Generale e del suo Consiglio.

 

La valutazione del Consiglio

I membri nominati dal Consiglio si riuniranno la prima volta nell’ultimo trimestre 2015. In seguito faranno un rapporto periodico al Fratello Superiore Generale e al suo Consiglio sull’avanzamento dei progetti. Si spera che questa struttura, che prende avvio dopo quasi 10 anni da quando era stata proposta, sia utile ed efficace. Il 24 rapporto del Fratello Superiore Generale e del suo Consiglio al 46° Capitolo Generale servirà come base per le future decisioni riguardanti questa struttura della Missione Educativa Lasalliana.



Statuts CIAMEL

CIAMEL Statutes

Estatutos  CIAMEL

 

 

 

 

 

 


Collection: Vers la Déclaration
Nº1 – Décembre 2016
COMPRENDRE L’ÉCOLE LASALLIENNE DANS LE CONTEXTE DU XXIe SIÈCLE

 

Collection: Towards the Declaration
Nº1 – December 2016
UNDERSTANDING THE LASALLIAN SCHOOL IN THE CONTEXT OF 21st CENTURY

 

Colección: Hacia la declaración
Nº 1, Diciembre 2016
COMPRENDER LA ESCUELA LASALLIANA EN EL CONTEXTO DEL SIGLO XXI

 

 

 

Dichiarazione sulla Educazione Lasalliana nel XXI° Secolo 
Sintesi del documento  COMPRENDER LA ESCUELA LASALLIANA EN EL CONTEXTO DEL SIGLO XXI


 

This post is also available in: es en fr