1

GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA DONNA

La vera festa è ricevere un’istruzione adeguata

La Salle è attiva in 79 Paesi, con ben 1.125 opere educative attive. Agli oltre 1 milione di alunni viene garantita istruzione e supporto, soprattutto nelle aree più fragili nelle quali è presente la missione lasalliana.

Insieme ai Fratelli impegnati sul territorio, ci sono oltre 100.000 collaboratori laici, tra di essi la presenza femminile è nettamente superiore.

Grazie al lavoro di tutti coloro che sono coinvolti nella difficile opera educativa nel mondo, l’istruzione che viene offerta alle ragazze, soprattutto nelle aree più svantaggiate, trasforma le comunità, i paesi e il mondo intero, rafforza le economie, riduce la disuguaglianza e contribuisce a una nazione più resiliente e stabile che dà a tutti gli individui la possibilità di realizzare il proprio potenziale.

Purtroppo, in alcuni Paesi non è così semplice per le bambine e le giovani donne ricevere istruzione: per esempio in Pakistan il tasso di analfabetismo è molto elevato; circa il 32% delle ragazze in età da scuola elementare non riceve istruzione perché costrette a matrimoni precoci. Oltre al disagio educativo le bambine e le giovani devono affrontare quotidianamente anche povertà, lavoro minorile, discriminazione, violenza di genere e mutilazione.

Inoltre, l’istruzione femminile è considerata un peso per alcune famiglie che ritengono la donna adatta solamente a fare figli o ad occuparsi dei lavori domestici. A tutto questo si aggiungono la mancanza di mezzi di trasporto e di infrastrutture educative.

L’istruzione delle ragazze è importante perché sviluppa la conoscenza, la fiducia e le abilità necessarie per vivere ed adattarsi ad un mondo in continuo cambiamento. Salva la vita e costruisce famiglie più forti. Una popolazione femminile istruita aumenta la produttività del Paese.

Shazia frequenta la scuola di una delle opere educative lasalliane a Faisalabad: “nel mio Paese, non è sempre facile per una ragazza continuare i propri studi. Io sono fortunata perché faccio parte della famiglia lasalliana, e frequento La Salle High School. Insieme al College Faisalabad queste scuole incoraggiano le ragazze ad essere autosufficienti per affrontare le sfide del mondo. Spero che la possibilità che le donne siano istruite si espanda anche di là dei confini lasalliani”.

In occasione della Festa della donna, l’augurio è che ci siano sempre più Shazia nel mondo, felici di ricevere istruzione, di poter lavorare, interagire, sconfiggere la povertà e prendere parte alla vita sociale.