1

La Salle For Ukrainians

2 marzo 2022

Cari Fratelli, Partner e Membri della Famiglia Lasalliana,

Concedici, o Signore, Che il corso degli eventi nel mondo Si svolga secondo la Tua volontà nella giustizia e nella pace….[1]

Preghiamo affinché lo spirito di pace e riconciliazione ispiri la nostra preghiera, i nostri pensieri e il nostro comportamento mentre iniziamo insieme il nostro cammino quaresimale.  Come donne e uomini che annunciano Gesù Cristo, siamo chiamati ad essere testimoni della fraternità e a costruire comunità di mutuo sostegno e tolleranza. Oggi più che mai dobbiamo essere strumenti di riconciliazione e portatori della luce luminosa della speranza cristiana. Dobbiamo lavorare insieme a tutte le persone di buona volontà per dissipare le nubi dell’oscurità e scacciare i venti di guerra.

Ricordo le parole di Papa Francesco mentre la furia della guerra devasta l’Ucraina:

La Quaresima è tempo propizio per cercare, e non evitare, chi è nel bisogno; per chiamare, e non ignorare, chi desidera ascolto e una buona parola; per visitare, e non abbandonare, chi soffre la solitudine. Mettiamo in pratica l’appello a operare il bene verso tutti, prendendoci il tempo per amare i più piccoli e indifesi, gli abbandonati e disprezzati, chi è discriminato ed emarginato.[2]

Invito tutti i lasalliani a sostenere “La Salle per l’Ucraina” come un modo concreto per raggiungere le nostre sorelle e fratelli che cercano rifugio dalla guerra.  Le informazioni su come mostrare il nostro amore e sostegno accompagnano questa lettera.

Mentre ci prepariamo a celebrare la Pasqua, raddoppiamo i nostri sforzi per essere costruttori di pace, testimoni di riconciliazione e luminosi fari di speranza.  Alziamo le nostre voci e, con le parole di Papa Paolo VI, gridiamo dai tetti “Mai più guerra, mai più guerra!”.

Fraternamente,

Fratello Robert Schieler, FSC
Fratello Superiore


[1] Colletta, Liturgia del lunedì dell’ottava settimana del tempo ordinario

[2] Papa Francesco: Messaggio sulla Quaresima 2022