1

L’importanza del 24 giugno nella storia dell’Istituto dei Fratelli delle Scuole Cristiane

Il 24 giugno è un giorno importante nella storia dell’Istituto. Innanzitutto, è il giorno in cui la Chiesa celebra la nascita di Giovanni Battista, da cui prese il nome San Giovanni Battista de La Salle.

È anche una delle date dell’anno solare in Francia in cui tradizionalmente iniziavano o terminavano i contratti, come ad esempio i contratti di affitto delle case, per cui esse venivano acquistate o vendute. (L’altra data era il 24 dicembre).

Secondo la cronologia lasalliana e le fonti documentarie, il 24 giugno si verificarono alcuni eventi significativi nell’ottica di questa pratica contrattuale:

Il 24 giugno 1672, dopo la morte dei genitori, la casa di famiglia in Rue St. Marguerite venne affittata. Marie e Jean-Remy andarono a casa della nonna. Quando La Salle non riuscì a trovare un nuovo affittuario, finì per rimanere nella casa con gli altri fratelli minori, pagando un affitto alla famiglia con un contratto di 4 anni.

Negli anni successivi, in questa data o in prossimità di essa, fu previsto e registrato anche l’affitto per l’alloggio o il mantenimento dei Fratelli.

Il 24 giugno 1680, La Salle portò a casa sua per mangiare gli insegnanti, tra cui i suoi fratelli minori.

Il 24 giugno 1681, La Salle e gli insegnanti si trasferirono in due case appena affittate in Rue Nueve, a Reims.

Il 28 giugno 1690, La Salle affitta una casa per i Fratelli vicino alla Rue Princesse a Parigi.

Nel giugno del 1691, La Salle affitta la casa e il giardino di Vaugirard, che diventerà un importante centro di ritiro e formazione.

Il 24 giugno 1703, non trovando La Salle alcun acquirente per la Grand Maison di Parigi, riuscì a prolungare la sua occupazione per 6-8 settimane in attesa di trovarne uno.

Nel giugno del 1705, La Salle firmò un contratto di locazione per la casa di Saint Yon, affinché questa proprietà potesse diventare il noviziato dei Fratelli. In seguito, poté acquistare quella proprietà grazie all’eredità lasciatagli dall’avvocato Clement, coinvolto nell’affare.

Questi esempi illustrano il significato pratico del 24 giugno e le cose che abbiamo potuto apprendere sulla sua vita e sulla vita dei Fratelli grazie a questa pratica legale francese. Non si sa se questa pratica abbia un legame diretto con la commemorazione della nascita di Giovanni Battista.

Il Vangelo di Luca contiene alcuni versetti che implicano che Giovanni Battista fosse nato sei mesi prima della nascita di Gesù, e quindi il 24 giugno divenne la data in cui si commemorava la nascita di Giovanni.

È molto probabile che queste due date significative del calendario abbiano influenzato le pratiche contrattuali legali, ad esse associate, nella Francia del XVII secolo.

(Un ringraziamento particolare a Fr. George Van Grieken, Segretario Coordinatore del Servizio Ricerca e Risorse dell’Istituto, Roma, per il suo contributo).