Apertura di un nuovo Progetto Fratelli

Apertura di un nuovo Progetto Fratelli

3 de Marzo de 2020 Alexander Gonzalez

Roma, 4 marzo 2020 

Cari Fratelli Provinciali e Visitatori dei Fratelli De La Salle e Maristi,

Vi inviamo un saluto fraterno all’inizio del nostro cammino verso la Pasqua.

Come ricorderete, dal 2015 i nostri due Istituti sono in dialogo per rispondere insieme alle richieste dei nostri Capitoli generali di andare  “… verso terre nuove” (FMS) e “…oltre i confini” (FSC): il risultato è stato il Progetto Fratelli.

Questo progetto è nato come risoluzione comune con l’obiettivo di dare una tempestiva risposta internazionale alle crisi legate agli sfollati, soprattutto bambini e giovani, in situazioni oltre confine in diverse parti del mondo. L’urgenza era allora, e purtroppo lo è ancora oggi, il dramma dei rifugiati siriani nei Paesi del Medio Oriente. Con questa preoccupazione abbiamo aperto la prima comunità Fratelli a Rmeilleh, Saidah (il Sidone biblico) in Libano. Lì dirigiamo diversi centri per bambini e giovani rifugiati siriani, iracheni e libanesi sfollati. L’esperienza ha avuto successo da molti punti di vista. Oltre ad occuparsi efficacemente dei bisogni di questi rifugiati, l’iniziativa ha suscitato la cooperazione e l’entusiasmo delle comunità religiose ed educative sia dei FSC che dei FMS in Libano. Un Fratello locale ha definito l’iniziativa “una benedizione” per il Paese.

Eppure, fin dal suo inizio, la visione dei nostri due Consigli Generali si è rivolta alla realtà globale e non solo alla crisi dei rifugiati del Medio Oriente. Non potevamo fermarci lì con la soddisfazione di un lavoro ben fatto, chiudendo gli occhi su altre realtà. Infatti, sin dall’inizio del 2019 entrambi i Consigli generali hanno cominciato a studiare la possibilità di avviare un secondo Progetto Fratelli nel 2020. Abbiamo valutato 3 possibili sedi: il confine Venezuela-Colombia, il confine USA-Messico e Nabawan nell’isola del Borneo, nella Malesia orientale. Ci siamo presto resi conto che in Nabawan esiste già una risposta efficace grazie ad una collaborazione marista-lasalliana ben strutturata che può continuare senza il nostro intervento.

Dopo diverse relazioni e visite per raccogliere dati e conoscere meglio la situazione di confine tra Venezuela e Colombia e tra Messico e Stati Uniti, realizzate dai Fratelli e Partner dei nostri due Istituti, così come gli scambi con i maristi e i lasalliani in loco, ispirati dal lavoro che stanno già facendo in entrambi i confini, vi scriviamo per informarvi di un nuovo progetto educativo congiunto. Il progetto è stato approvato dai due Consigli Generali nel seguente ambito:

Aprire un nuovo Progetto Fratelli a Maicao, Colombia. Una volta avviato questo processo e attenti al discernimento continuo, rimarremo aperti a futuri Progetti Fratelli, dando la preferenza all’opzione di Ciudad Juárez nella frontiera USA – Messico.

Vi daremo presto maggiori dettagli sul progetto e sul modo in cui Fratelli e Partner potranno formalmente esprimere il loro interesse a far parte della prossima comunità Fratelli a Maicao, Colombia.

Cogliamo l’occasione per esprimere il nostro apprezzamento e incoraggiamento per altre iniziative di collaborazione tra i nostri due Istituti e per futuri progetti in varie Province, Distretti e Regioni.

Mettiamo tutte queste esperienze, e specialmente questo secondo Progetto Fratelli, nelle mani della nostra Madre e dei nostri santi Fondatori.

Fraternamente,

Fr. Robert Schieler , FSC
Fratello Superiore

Fr. Ernesto Sánchez Barba, FMS
Fratello Superiore