I Fratelli

De La Salle fu colpito “per lo stato di abbandono dei figli degli artigiani e dei poveri”.

Poco tempo dopo, si trovò impegnato ad aiutare un gruppo di maestri nel fondare scuole gratuite per ragazzi poveri, per dare loro una buona educazione: le Scuole Cristiane. Con quei maestri stabilì una comunità laicale che prese, appunto, il nome di Fratelli delle Scuole Cristiane (1680).

Poco tempo dopo, si trovò impegnato ad aiutare un gruppo di maestri nel fondare scuole gratuite per ragazzi poveri, per dare loro una buona educazione: le Scuole Cristiane. Con quei maestri stabilì una comunità laicale che prese, appunto, il nome di Fratelli delle Scuole Cristiane (1680).

Capì allora che Dio l’aveva condotto ad una impresa imprevedibile: la nascita di un nuovo tipo di vita consacrata, quella dei Religiosi Fratelli.



Il Fratello è un uomo che, seguendo la chiamata del Signore, si consacra totalmente a Lui con i voti religiosi di povertà, castità e obbedienza, per dedicare tutta la sua vita e tutte le sue forze alla missione dell’educazione dei fanciulli e dei giovani. È dunque un religioso educatore.


Il Fratello fa comunità con gli altri membri dell’Istituto, e tutti si impegnano a “tenere insieme e in associazione le scuole cristiane”, specialmente al servizio dei poveri, come pure ad esercitare il ministero che sarà loro affidato, in qualunque luogo siano inviati.


Il Fratello è un religioso “laico”. Non si orienta verso il sacerdozio, poiché lo scopo del suo ministero non è quello di esercitare le sacre funzioni della liturgia né di amministrare i sacramenti. La sua missione consiste nell’ educare cristianamente gli alunni per mezzo dell’insegnamento, sia delle materie profane, come delle materie religiose.


Il Fratello è un apostolo che vive per aiutare gli alunni nei loro bisogni e nei loro problemi. Per ciascuno di essi vuole essere più che un amico: un Fratello!




Il Fratello è un catechista, un educatore della fede dei suoi alunni. Parla loro di Dio, insegna loro le verità della fede e li aiuta nella loro vita cristiana, guidandoli a conoscere e ad amare Dio e a crescere costantemente nella fede.



Il Fratello cura e si occupa di tutti gli alunni che Dio gli affida, ma ama specialmente i più poveri, poiché hanno più bisogno di aiuto.




II Fratello vive unito a Dio. Attinge nella preghiera la forza per ben esercitare il suo ministero di educatore e mettere gli alunni in contatto con Lui.




Il Fratello è un professionista dell’insegnamento. Per questo tende a perfezionarsi costantemente con lo studio e la riflessione personale, al fine di esercitare il suo dovere con competenza.



Sulle orme del Fondatore 14 Fratelli sono stati canonizzati, 150 sono Beati, 8 venerabili e altri 4, sono sulla via della Santità con processo iniziato o in via di conclusione.