RAFAEL MORERA E SUA MOGLIE VIVIAN MORERA NUOVI AFFILIATI ALL’ISTITUTO

RAFAEL MORERA E SUA MOGLIE VIVIAN MORERA NUOVI AFFILIATI ALL’ISTITUTO

10 de Ottobre de 2019 Ilaria Iadeluca

Martedì 1 ottobre 2019, il sig. Rafael Morera e sua moglie, la sig.ra Vivian Morera, hanno ricevuto le lettere di affiliazione all’Istituto presso la Casa Generalizia di Roma. Il signor Morera è un ex studente de La Salle a Cuba e, insieme a sua moglie, hanno contribuito a costruire e migliorare vari centri educativi lasalliani: The Center for Girl‘s Promotion di Anosibe (Madagascar), le aule per la scuola materna e per l’educazione primaria a Trujillo e Lima (Perù), e la scuola delle Suore Guadalupane in Ruanda. In questo momento sostengono anche varie attività educative a Cuba. La sua generosità è grande, ma l’amore e la passione per la missione lasalliana è ancora più grande. Le lettere di affiliazione sono state richieste da Fratel Timothy Coldwell a nome della Regione RELAN e presentate da Fratel Robert Schieler, Superiore Generale.

Il Sig. Morera ha ringraziato l’Istituto per questa onoreficenza in una lettera inviata a Fr. Timothy. Quanto segue contiene estratti da questa lettera.

La speciale affiliazione con l’Istituto dei Fratelli delle Scuole Cristiane che ci è stata concessa … è una benedizione che riceveremo con umiltà e gioia.

I Fratelli La Salle e il loro messaggio sono stati per me il centro della mia vita; i nostri figli e nipoti sanno che La Salle è stata la mia roccia.

Ho frequentato la scuola dei Fratelli all’Avana da quando avevo cinque anni fino al 1960, quando avevo quattordici anni. Fu il momento in cui il governo cubano si dichiarò comunista e chiuse tutte le scuole cattoliche. Tutti i sacerdoti e i fratelli di ordini diversi che gestivano le scuole sono stati espulsi dal Paese.

Fu esattamente nella scuola La Salle che frequentavo, che entrò una folla che cominciò a saccheggiare la scuola e a portare i Fratelli in prigione, un’esperienza che non può essere dimenticata.

Poco dopo ho lasciato Cuba per gli Stati Uniti tramite l’operazione Peter Pan per bambini non accompagnati. A diciassette anni capitai a New York City per iniziare una nuova vita e per trovare lavoro a Saks Fifth Avenue, proprio accanto alla Cattedrale di San Patrizio. E’ stato a San Patrizio che Dio mi ha messo in contatto nuovamente con La Salle. C’è un altare nella cattedrale dedicato al nostro Fondatore ed è stato su quei banchi davanti all’altare che ho passato molto tempo per tutta la mia vita a pensare e pregare per essere guidato. Ho capito che La Salle non mi ha mai lasciato e ha continuato a stare sempre con me.

Questa affiliazione è stata programmata in coincidenza con l’anno delle vocazioni lasalliane, che segna il 300° anniversario dall’entrata di San Giovanni Battista de La Salle nella vita eterna e celebra l’impatto della missione che egli ha avviato. Il 300° anniversario ha offerto un’occasione speciale per riconoscere, onorare e celebrare questi lasalliani il cui cuore è in fiamme per la missione.